La dispensa di cereali del panificatore

(E una compagnia di ghiotti topolini)

A caccia di biodiversità

La parola “biodiversità” ci fa subito pensare a qualcosa di diverso: qualcosa di alternativo, che ci fa abbandonare per un po’ la solita normalità. Dunque, è una cosa buona. Anzi: gustosa, gustosissima. Se avete letto con attenzione la storia, lo avrete capito. 

Lo sanno bene, ormai, anche i topolini amici di Solina. Da quando hanno scoperto il magazzino del Panificatore (da lui gentilmente messo a disposizione a scopo “didattico”…), non possono più fare a meno dei loro nuovi cereali preferiti! Ogni giorno ne scoprono un aspetto nuovo e diverso, gustandoli con la mente, quanto con il loro ghiotto pancino.

Sono diventati così esperti e appassionati di cereali, da aver deciso di farsi soprannominare proprio come loro…

Ma che cos’è, allora, la biodiversità? È ora di fare un po’ di chiarezza.

Ebbene, la biodiversità non è esattamente un parente del lievito madre, ma è qualcosa di indispensabile per far “lievitare”… il futuro del nostro pianeta. La biodiversità si riferisce alla diversità di specie animali e vegetali che ci abitano attorno: un patrimonio di vita inestimabile, che è nostro compito preservare. Un futuro senza questa ricchezza di differenze sarebbe proprio noioso: sarebbe come mangiare tutti i giorni sempre lo stesso pane bianco, sempre con la stessa marmellata, sentendo sempre lo stesso sapore. Senza contare il fatto che, passeggiando all’aria aperta, tutti i paesaggi ci sembrerebbero uguali. Potete capire quanto sia importante impegnarsi a salvaguardare questa biodiversità!

Ecco che, anche nel magazzino del Panificatore, possiamo riscoprire una piccola “briciola” della varietà di vita della nostra Terra. Lo avrete inteso: parliamo dei cereali

In quanto ingredienti essenziali per impastare una pagnotta, i cereali offrono un buon esempio di biodiversità da conoscere, apprezzare, e preservare per il futuro. Non tutta la farina nasce dallo stesso chicco, bensì da una ricca compagnia di spighe uniche e inimitabili tra loro. 

È il momento di fare una gita al mulino, e sbirciare nei sacchi di iuta, proprio come hanno fatto i nostri amici topolini… quale cereale vi viene voglia di assaggiare per primo?